Ciclismo

Il Passo San Pellegrino è una delle località più conosciute e frequentate dai corridori professionisti per rifinire la loro condizione in vista degli appuntamenti più importanti della stagione agonistica. Al Passo San Pellegrino, infatti, è possibile allenarsi in un ambiente sereno tra incantevoli paesaggi e accoglienti rifugi dove gustare le specialità locali.

Con poche pedalate si raggiungono facilmente i principali passi dolomitici, Valles, Rolle, Sella, Campolongo, Pordoi, Falzarego e Giau, per temprare muscoli e polmoni su alcune delle salite più dure e, allo stesso tempo, famose di tutte le Dolomiti, Patrimonio Naturale dell’Umanità.

  • + -

    Sulle orme dei campioni

    Lunghezza percorso
    70 Km
    Numero salite
    2
    Dislivello
    2000 metri
    Pendenza massima
    20,6 %
    Difficoltà
    Uno dei percorsi preferiti da Ivan Basso e dagli altri campioni della Cannondale Pro Cycling durante i loro ritiri in altura al Passo San Pellegrino. Presenta tratti molto impegnativi, con pendenze superiori al 12%, ma consente di ammirare panorami davvero mozzafiato. Dal Passo San Pellegrino si scende in direzione Falcade, ammirando sulla destra il gruppo del Focobon.Al bivio Passo San Pellegrino/ Passo Valles si svolta a destra preparandosi ad affrontare il Passo Valles (2031 m) per poi scendere in discesa attraverso i famosi boschi di abeti noti come “boschi dei violini” del parco naturale di Paneveggio.Al bivio si gira a destra continuando in direzione del lago di Paneveggio e poi giù passando per Bellamonte fino a Predazzo.Al bivio per Paneveggio i più allenati possono fare una piccola deviazione svoltando a sinistra e affrontando anche il Passo Rolle (1984 m). Una volta in cima, dopo avere ammirato le famose Pale di San Martino, si ridiscende per la medesima strada e si ritorna sul percorso in direzione Predazzo.Da qui si risale tranquillamente la valle fino a Moena. A Moena si svolta a destra e si inizia la salita che riporta al Passo San Pellegrino (1919 m).
  • + -

    Le salite della leggenda

    Lunghezza percorso
    90 Km
    Numero salite
    2
    Dislivello
    3000 metri
    Pendenza massima
    18 %
    Difficoltà
    Un bellissimo giro panoramico che permette di avere un assaggio delle principali salite dolomitiche.Partendo dal Passo San Pellegrino ci dirige con una lunga discesa verso Moena. Qui si svolta a destra iniziando a percorrere la Val di Fassa, un lungo falsopiano attraversando i centri più belli della valle tra cui Soraga e Vigo di Fassa fino a raggiungere Canazei.Qui ci aspetta una salita da leggenda, il Passo Pordoi, di circa 10 km senza pendenze impossibili, ma dal fascino unico teatro delle grandi sfide ciclistiche del Giro d’Italia. Si sale fino a quota 2239 m prima di rientrare in provincia di Belluno e affrontare la discesa che porta all’ abitato di Arabba. Da qui il percorso ci permette di recuperare le forze.
    Discesa e pianura tra verdi pascoli e boschi ci condurranno poi attraverso le località di Livinallongo, Caprile, Alleghe e Cencenighe. Qui svoltiamo a destra per gli ultimi km di salita della giornata, circa 6 che consentono di arrivare fino a Falcade dove si inizia subito a salire verso il Passo San Pellegrino, 8 km circa con pendenze severe che toccano anche il 18 %.