Autunno al Passo San Pellegrino

Autunno al Passo San Pellegrino

In attesa che arrivi la neve il Passo San Pellegrino resta una meta da provare. Non c’è niente di meglio per gli appassionati di montagna o per gli amanti della fotografia che vogliono godere a pieno dei meravigliosi colori che l’autunno regala alle Dolomiti.

Immerso in una vera oasi naturale, lontano dai centri abitati, il Passo San Pellegrino in questo periodo offre uno spettacolo straordinario con effetti cromatici e paesaggi molto suggestivi. L’aria è più frizzante, la luce più calda, sui sentieri regna un silenzio quasi palpabile mentre i larici prendono le diverse sfumature del giallo, del rosso e dell’arancione.

Incomparabili i panorami sulle Creste di Costabella, sul Col Margherita, uno dei più affascinanti belvedere delle Dolomiti, e su Cima Uomo. Basta poi una semplice passeggiata su strada forestale verso i soleggiati pascoli alpini di Fuciade, punteggiati da bellissimi fienili in legno, per avere uno splendido colpo d’occhio sulle Pale di San Martino e sulla Marmolada.

Da non perdere il lago San Pellegrino. Lo si raggiunge in pochi minuti dal parcheggio di fronte all’antica chiesetta del Passo San Pellegrino attraverso un piccolo sentiero che si snoda tra cespugli di mirto e mirtillo. In circa 30 minuti è possibile fare il giro di tutto il laghetto e tra un ponticello e l’altro, lungo le sue sponde, sono presenti anche dei tavolini con alcune panche per una piacevole pausa o un pic-nic.