Dal Passo San Pellegrino al Tour de France: così si diventa grandi campioni!

Dal Passo San Pellegrino al Tour de France: così si diventa grandi campioni!

Il Passo San Pellegrino si conferma la migliore località dove programmare uno stage in altura sulle Dolomiti, Patrimonio Naturale dell’Umanità.

È qui che, pochi giorni prima di iniziare la rincorsa alla maglia gialla, Vincenzo Nibali si è allenato facendo lavori specifici in salita con il suo preparatore Paolo Slongo. È qui che il leader della classifica a punti Peter Sagan e il super combattivo Alessandro De Marchi hanno rifinito la loro condizione a fine luglio insieme ai compagni della Cannondale Pro Cycling.

Tre storie diverse e un unico comune denominatore: il Passo San Pellegrino. Un luogo incantato a quota 1900 metri dove, immersi nel silenzio dei boschi, lontano da tutto e da tutti, è facile trovare la concentrazione giusta per allenarsi senza distrazioni e alla stesso tempo concedersi rigeneranti momenti di relax al cospetto di alcune delle montagne più belle del mondo. Con poche pedalate, poi, si raggiungono facilmente alcuni dei passi dolomitici più belli dell’arco alpino, Valles, Rolle, Sella, Campolongo, Pordoi, Falzarego e Giau, e i ciclisti, sia professionisti che semplici appassionati delle due ruote, sono accolti con tanti servizi studiati ad hoc per le loro esigenze e il loro confort.

Vincenzo Nibali ha iniziato a scoprire il Passo San Pellegrino nel 2008 e in soli 6 anni ha vinto il Giro d’Italia, la Vuelta a España e il Tour de France entrando nel mito di questo faticoso ed emozionante sport. Da speranza del ciclismo italiano, lo Squalo dello Stretto è diventato uno dei grandissimi di sempre. Come lui solo Eddy Merckx, Bernard Hinault, Jacques Anquetil, Alberto Contador e Felice Gimondi.

Anche Peter Sagan frequenta da molte estati il Passo San Pellegrino e la Val di Fassa e i risultati si vedono: al Tour de France Sagan ha conquistato la maglia verde per la terza volta consecutiva, un vero record, mentre il compagno di squadra Alessandro De Marchi, in fuga cinque volte in questa Grande Boucle, ha ricevuto il premio speciale della super combattività.

Vuoi seguire le orme di questi campioni? Salta in sella alla tua bicicletta e vieni ad allenarti al Passo San Pellegrino!