Itinerari a piedi e vie ferrate sulle tracce della Grande Guerra

Itinerari a piedi e vie ferrate sulle tracce della Grande Guerra

Non serve andare molto lontano o affrontare trasferte lunghe e faticose: per visitare i luoghi della Prima Guerra Mondiale basta trascorrere una vacanza al Passo San Pellegrino.

Dalla stazione a monte della seggiovia Costabella e della funivia Col Margherita partono numerosi percorsi costellati di resti e testimonianze lasciate dall’esercito Italiano e Austroungarico. Per chi vuole saperne qualcosa in più, durante l’estate ogni martedì e sabato mattina vengono organizzate anche escursioni guidate sulle tracce della Grande Guerra. Info: Ufficio Perle Alpine di Moena – tel. 0462 565038.

Tra gli itinerari più belli ci sono l’Alta Via Bruno Federspiel sulla Catena dei Monzoni, un’area estremamente preziosa anche dal punto di vista geologico e mineralogico, l’Alta Via Mariotta che si sviluppa su una dorsale panoramica tra il Col Margherita e Forcella Juribrutto, punto cardine della difesa italiana sulla Valle del Passo San Pellegrino, e l’Alta via Bepi Zac sulle Creste di Costabella, stupenda traversata con corde fisse e scale di legno lungo i vecchi camminamenti austriaci della Prima Guerra Mondiale. Senza dimenticare la zona di Cima Bocche dove le caverne, le trincee e i baraccamenti militari appartenuti ai due eserciti presentano ancora oggi il loro aspetto originario.

Da non perdere l’evento “Alba al Fronte” in programma sabato 9 agosto alle ore 5.00 sul Col Margherita. Racconti sulla Grande Guerra a cura dell’Associazione “Fronte dei Ricordi” di Moena accompagnati da uno speciale concerto del Coro Val Biois.