Sci, aria pura e buona cucina: cosa chiedere di più?

Sci, aria pura e buona cucina: cosa chiedere di più?

Il Passo San Pellegrino è molto di più di un’emozionante viaggio sugli sci. È l’occasione di concedersi un po’ di meritato relax, respirare aria pura a pieni polmoni e gustare le prelibatezze di una cucina sana, fortemente legata al territorio e capace di soddisfare anche i palati più raffinati. Le ricette della tradizione locale, simbiosi perfetta tra specialità venete e trentine, vengono sapientemente rivisitate dando vita a piatti dai sapori unici.

Se volete trasformare la vostra vacanza in un gustosissimo ricordo tra una sciata e l’altra fermatevi in questi rifugi

Chalet Cima Uomo
Unisce la passione e la cura proprie di una gestione completamente familiare alla ricercatezza di una cucina creativa e di un ambiente esclusivo. Il menù offre specialità locali e internazionali di carne e pesce accompagnate da ottimi vini (oltre 100 etichette).  Si può scegliere tra il calore e la magica atmosfera della Stube Anna, locale dal tipico gusto trentino con un’inclinazione per la modernità, o la Stube Albert, fedele alla tradizione montana.

Baita Paradiso
Tutto è fatto rigorosamente in casa e ogni dettaglio viene curato con attenzione. Ogni giorno accanto ai classici piatti della tradizione trentina si affiancano prelibatezze degne dei più grandi chef: proposte sempre nuove quanto leggere e digeribili. Il cavallo di battaglia? Manzo cotto nel cirmolo con copertura di pane alla senape.

Rifugio Flora Alpina
Dal punto di vista gastronomico più comparabile ad un vero ristorante che ad una baita, propone gusti della tradizione locale e ingredienti di prima qualità con un tocco di originalità. Qualche idea? Mezzelune di patate e zucca con ricotta affumicata e pepe rosa oppure le Genzianelle al Mirtillo con Ragù di Cervo. Da non perdere i dolci, magari gustandoli in terrazza con vista sulle Pale di San Martino.